GAVOI. MOCORE per i Giovani Shardana in Barbagia

0 Commenti
45 Visualizzazioni

A Gavoi l’Associazione Malik e l’ONG egiziana OYOUN MASR insieme per un progetto internazionale ed interculturale

Si intitola “Sherden Youth” il doppio scambio giovanile internazionale che sarà realizzato, nei mesi di giugno e dicembre, a Gavoi e Alessandria d’Egitto e coinvolgerà complessivamente quaranta giovani e accompagnatori sardi ed egiziani con età compresa tra i 18 ed i 25 anni. L’iniziativa, coordinata da Malik E.T.S. e finanziata dal Programma Erasmus+, con il contributo della Regione Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e del Comune di Gavoi, intende promuovere un maggior confronto e dialogo tra giovani euro-mediterranei appartenenti a culture diverse ma interconnesse.

Dal 19 al 23 giugno, tra le case in granito e le vie colorate del borgo barbaricino, saranno realizzate attività di presentazione, valutazione, confronto, team building, dibattiti itineranti sul tema del dialogo interculturale e interreligioso, interviste sui luoghi comuni, attività di video making/editing, serate multiculturali, laboratori artistici e culinari e tavole rotonde. Domenica 19 giugno i giovani saranno accompagnati nella scoperta dell’archeologia locale, nuragica e pre-nuragica, e del territorio dagli ambasciatori della cittadinanza attiva che partecipano al progetto Mo.Co.Re., coordinato dal Comune di Oniferi e finanziato dall’ANCI e dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e volto a stimolare il protagonismo giovanile nella dinamica di rilancio dei territori.

Di pomeriggio, nei locali de Sa Caserma Betza, dove è allestita la mostra fotografica “Gavoi espone TPS#3”, curata da Marco Delogu  e promossa dall’ associazione “Lakana_del mondo cittadini”, si svolgerà l’incontro dibattito “Sardegna ed Egitto tra storia, cultura e rotte marittime”.

Sono previsti interventi, on line e in presenza, del Prof. Giovanni Ugas, autore del libro “Shardana e Sardegna”, Pierpaolo Vargiu, presidente dell’Associazione “Sardegna verso l’Unesco” , Nicola Dessì, archeologo, Pierluigi Montalbano, Presidente dell’Associazione Culturale Honebu, Essa Eskander, Direttore dell’Osservatorio per il Mediterraneo di Eurispes, Mahmoud Shaaban Abdelrahaman, membro del Consiglio Internazionale dei Monumenti e dei Siti ed esperto di Unesco e Capacity Building,  Monia Franceschini e Paola Pau, Project manager e Presidente del Consiglio municipale di Roma Capitale.

L’incontro sarà trasmesso anche in streaming: